RECENSIONE: La vita semplice di Alessandro Gnani

TITOLO: La vita semplice
AUTORE: Alessandro Gnani
EDITORE: Robin Edizioni
PAGINE: 288

TRAMA (redatta da Adelaide):
Giorgio e Clara sono i genitori di Alberto, un ragazzo autistico di undici anni.
Gestire un figlio con problemi comportamentali non è facile per nessuno, ma Clara, totalmente immersa nel suo ruolo di madre, affronta ogni difficoltà con determinazione e tenacia, cerca di tenere unita la famiglia tra mille difficoltà quotidiane. Lo stesso non si può dire di Giorgio che mal sopporta il figlio anormale e le sue manie, come quella – ad esempio – di apparecchiare la tavola per la colazione, appena sparecchiata dalla cena, senza nemmeno lasciare il tempo al padre di gustare un caffè in santa pace. In ogni caso il lavoro riesce a tenere Giorgio lontano da casa e dal figlio per l’intera giornata e finché va avanti così tutto è tollerabile, ma nel momento in cui per un litigio con un cliente l’uomo perde il lavoro e Clara – risolutiva come sempre – riesce a recuperare il suo, abbandonato alla nascita di Alberto, l’uomo si ritrova a prendersi cura del figlio in tutto e per tutto. Il legame che non si è mai creato tra i due non tarderà a generare problemi.
Verranno perfino coinvolti i servizi sociali e…

RECENSIONE

Il libro di Alessandro Gnani ci porta dentro un mondo dagli equilibri fragili quale può essere quello di una famiglia con un figlio con handicap.
Il punto di vista è quello di Alberto, mentre un narratore esterno racconta le parti non dialogate.
La prima voce che incontra il lettore è proprio quella di Alberto che nella sua testa formula pensieri inceppati ma pur comprensibili: l’undicenne è un attento osservatore, riesce a percepire l’affettuosità della madre così come la ritrosia provata dal padre nei suoi confronti. A volte ha reazioni incontrollabili e poco prevedibili dagli adulti, ingestibili a tal punto da arrivare a disturbare l’intollerante vicina, la “vecchia Maria”.
La seconda voce – un narratore onnisciente – forse del tutto onnisciente non è visto che di Giorgio, perlopiù, “non è dato sapere” cosa pensi davvero, né da cosa dipenda ogni sua scelta. Il motivo è però facile da individuare, e risiede nella natura di eterno indeciso del personaggio: “Giorgio il disoccupato dalla poca iniziativa. Giorgio l’inferiore. Perché è così che si sente rispetto alla moglie…”, “uno che della famiglia non ha niente dentro e niente contro”. Mentre Clara è “… l’archeologa della propria esistenza. Ne cerca i reperti in ogni angolo, scavando in ogni buco, rimuovendo qualsiasi maceria. Clara che vive di domande sul presente domestico e, ancor più, sul suo futuro. Clara che decide di aprire un work in progress pensando al cantiere famiglia…”. Ma il loro è “un vivere nel sopravvivere” e i problemi non possono tardare a mostrarsi in tutta la loro difficoltà.
Devo ammettere che le primissime pagine, proprio perché scritte con il “linguaggio” di Alberto risultano poco fluide, ma superate queste ed entrati nell’alternanza delle voci, la lettura diventa gradevolissima, i personaggi si delineano rapidamente e nettamente, la storia conquista subito il lettore, gli eventi incalzano e le sorprese non mancano.
Anche altri personaggi sono descritti con grande abilità, come il Franchini e il Fattaro, corollario di un romanzo che nonostante i temi trattati riesce a mantenere una grande leggerezza. 
Infine, quando il lettore pensa di conoscere davvero i personaggi essi assumono – davanti all’ennesimo evento – reazioni e comportamenti diversi da quelli che si sarebbe aspettato.

La vita semplice è un libro sulle dinamiche familiari, sul rapporto di coppia, sul rapporto tra genitori e figli problematici, sul modo diverso di reagire e affrontare le medesime difficoltà.

Adelaide J. Pellitteri


Puoi acquistare La vita semplice su Amazon. Se comprerai il libro dal link qui sotto, Amazon pagherà anche a noi una piccola percentuale (il prezzo per te non subirà alcuna modifica). Ti invitiamo perciò a fare i tuoi acquisti tramite questo link; così facendo aiuterai anche il nostro blog. Grazie!


autori emergenti, famiglia, recensione

Comment

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra Newsletter:

Contatti

EMAIL

info.vcuc@gmail.com

Seguici


Licenza Creative Commons
Vuoi conoscere un casino? blog di VCUC è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://www.vuoiconoscereuncasino.it/contatti/.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarci e in seguito provvederemo a rimuovere il materiale in questione.